Il-Clan-Dei-Ristoratori-Banner
Consumi ristoranti settembre 2021

Confimprese-EY, migliorano i consumi: +18% per la ristorazione

Quadro di miglioramento in Italia secondo l’Osservatorio permanente di Confimprese-EY. La ripresa dei consumi registra per il mese di settembre 2021 il +1% rispetto a settembre 2020. La ristorazione mette a segno una crescita del +18%. Il raggiungimento del pareggio al 2019 è lontano di 29 punti in percentuale, ma l’andamento fa ben sperare.

Ristoranti_consumi Confimprese

Continuano a manifestarsi segnali positivi per quanto riguarda i consumi nel nostro Paese, con una crescita del +1% a settembre 2021 rispetto ai dati dell’anno precedente. Risultato incoraggiante, tuttavia rimane ancora un ritardo del -11% rispetto alla situazione pre-pandemia (settembre 2019).

Evidenti, quindi, i segnali di risalita stando a quanto evidenziato dall’Osservatorio permanente Confimprese-EY sui consumi di mercato relativi al mese di settembre 2021 e al progressivo anno, nonostante una persistente flessione sull’anno 2019, pre-Covid.

C’è una maggior propensione degli italiani all’acquisto, che di fronte ad un miglioramento dello scenario economico-sociale si sentono inclini e invogliati a consumare di più- spinti anche da i risparmi considerevoli messi in atto per far fronte alla pandemia e durante il lungo lockdown in casa che ha creato meno occasioni di dispendio.

Nei settori merceologici, l’unico in positivo è la ristorazione grazie all’ampliamento dei dehors e sfruttamento degli spazi all’aperto: il prolungamento della stagione estiva e il clima, tutt’ora favorevole, ha permesso di mangiare all’esterno senza ricorrere all’utilizzo di location al chiuso.

Inoltre, il bisogno di tornare a socializzare e l’assimilazione del green pass hanno contribuito all’effetto elastico che ha fatto mettere a segno alla ristorazione un +18%. Sebbene il dato dimostri la capacità degli addetti di tornare a capitalizzare dopo i mesi di stop obbligato, sull’anno progressivo il settore registra il +9% sul 2020. Persiste una distanza significativa sul 2019 con un calo per la ristorazione del -38%.

Stefano Vittucci, consumer products and retail sector leader di EY in Italia, commenta: «Significativa la continua crescita della ristorazione con +18%, segno che c’è la volontà di tornare a condividere momenti conviviali, e del calo di vendite in tutti i format distributivi con esclusione dei negozi posizionati in periferia delle aree metropolitane e nei centri più piccoli con un +13%».

«La lettura dei dati di settembre 2021 – afferma Mario Maiocchi, direttore Centro studi retail Confimprese – conferma la lenta ma progressiva ripresa dei consumi, […] Da segnalare una nota positiva con l’accelerazione dei flussi nei centri commerciali nelle prime settimane del mese di ottobre, passati dal -20% dei mesi precedenti a -10%. Un segnale che sottolinea la fiducia degli italiani nella ripresa del sistema Paese. A questo fattore si aggiunge la voglia di normalità dei consumatori».

La ristorazione punterà sullo sviluppo di punti vendita nelle aree urbane di prossimità e sulla rivisitazione degli spazi continuando a prevedere il dehor, ritenuto un importante strumento di sviluppo. Fondamentale, inoltre, la creazione di aree dedicate a delivery/take away.  Altri, si focalizzeranno, invece, sullo sviluppo di nuovi negozi all’interno dei centri commerciali: la funzione principale di queste attività sarà quella di garantire la fruizione di experience.

Condividi l’articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Autore
Sofia Tarana

Sofia Tarana

Un'effervescente appassionata di cibo e bollicine di origine comunicatrice. Gli ingredienti della sua giovane esperienza hanno il sapore e il richiamo della tavola. Si avvicina allo studio del settore enogastronomico con un Master in Food & Wine Communication alla IULM di Milano. Ha collaborato nello staff di comunicazione di Simone Rugiati, noto chef toscano. Ha scritto per diverse riviste del panorama F&B ed è giornalista pubblicista presso l'Ordine della Lombardia. Cucina solo per amore e deve ancora trovare un piatto che non le piace. Della sua passione per la ristorazione ne ha fatto la sua miglior attrattiva, Direttore Responsabile in RistoBusiness Now.

© Tutti i diritti riservati